Supporto consulente: Studio commercialista

Dott. Romolo Conti

Studio commercialista

Gentile Associata, l'avvento del pagamento telematico dei c/c postali con codice univoco e non più utilizzabili una volta pagati rende di fatto superflua la conservazione di tali documenti probatori dell'esclusione di tali somme dall'applicazione di qualsiasi tributo (es. esclusione IVA ex art. 15 DPR 633/72), essendo le stesse mere anticipazioni di costi sostenuti in nome e per conto del cliente al quale verranno addebitati per pari importo. Cordiali saluti. Dott. Romolo Conti Commercialista – Revisore Legale dei Conti Studio : Via Fratelli Cervi 55 – 00128 Roma Tel.+39 329-6650-655 – Tel-Fax: 06 89 52 62 73 - 06 50 81 392 E-mail : romolo.conti@gmail.com - website : www.legaltaxstudio.com Albo dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili - n. AA_001813 Iscritto al Registro dei Revisori Contabili al n. 15.729

Inviati a: Studio commercialista- 32 quesiti

26/08/2014 inviato da PINZUTI PATRIZIO

abbiamo una snc con 2 soci amministratori, un socio è titolare dell'attestato per la legge 264 l'altro no, se il socio titolare essendo anziano viene messo come non partecipante alle attività ci sono problemi per la licenza alla provincia ?

30/07/2014 inviato da MIGLIORINI SIMONA

Buonasera Dott. Conti, il mio quesito riguarda la nuova procedura di pagamento dei bollettini postali per la presentazione delle pratiche. Dal 15 luglio le poste richiedono una tassa su ciascun bolletino di 1,78 con relativa fattura comprensiva di IVA. Il mio problema è come impostare la ricevuta per il pagamento: l'importo dell'esente articolo 15 comprende anche la tassa di 1,78 (quindi su un bolletino di importo pari a € 9,00 si deve considerare 10,78) oppure,siccome ci paghiamo l'IVA, si deve inserire nei corrispettivi (quindi nell'esempio di prima l'esente articolo 15 diventa €9,00)? Grazie anticipatamente dell'attenzione.

30/07/2014 inviato da PISCIONERI LUCA GIUSEPPE

Buongiorno, quesito preestivo: mi chiedo per quanto riguarda la tassa d'esame pratico, essendo impegnato un veicolo doppi comandi (quindi strumento didattico) e l'istruttore di guida, perchè non si può intendere prestazione didattica e quindi esente IVA? Grazie Elisabetta

01/07/2014 inviato da BURAN ALBERTO

Gentile Dott. Conti, chiedo un cortese chiarimento, in quanto ho conoscenza di comportamenti diversi nella categoria: Il Consorzio ha i mezzi pesanti e li mette a disposizione delle autoscuole consorziate, a fine mese il consorzio manda fattura relativa all'utilizzo dei mezzi alle stesse, tale prestazione è da ritenersi esente iva, oppure no? Distinti saluti. Consorzio Cavo Alberto Buran

01/04/2014 inviato da BURAN ALBERTO

Gentile Dott. Conti, a seguito di telefonata intercorsa con il Presidente Colangelo, sono a chiederLe gentilmente l' esatta descrizione da inserire in fattura per la quota d'ingresso di un nuovo associato all'interno del Consorzio di cui sono Presidente. La quota si compone di due parti: la quota consortile prevista nell'atto costitutivo e statuto (irrisoria) e la quota d'ingresso che tiene conto del valore dei beni strumentali del Consorzio(di diverse migliaia di euro). La ringrazio anticipatamente dell'attenzione, Distinti Saluti Alberto Buran

20/03/2014 inviato da MAZZELLA MICHELE PIETRO PAOLO

Buonasera Dott.Conti , vorremmo sapere se è possibile usufruire di due agevolazioni sulla stessa imposta IPT, nel nostro caso richiediamo un IPT fisso per veicolo storico con ulteriore riduzione per successione ereditaria comtemplata nel regolamento Prov.le. Il Pra ci obbliga a scegliere tra la prima o la seconda agevolazione sostenendo che non siano cumulabili . Saluti

13/03/2014 inviato da TOMBOLILLO IVANO

Buonasera dottore, avrei bisogno di questo chiarimento:dal momento che inviamo le pratiche di rinnovo della patente con il codice telematico dell'autoscuola, possiamo rilasciare la ricevuta fiscale con le competenze in art. 10 (esente iva)? e se si le pratiche devono essere registrate in un registro giornale apposito per l'autoscuola?- io fino ad ora ho registrato i rinnovi patente, duplicati ed altre pratiche relative alle patenti sul registro giornale dell'agenzia ed emesso ricevute fiscali con imposta soggetta ad iva.. la ringrazio.

23/01/2012 inviato da CORVAGLIA VINCENZO

L'AUTOSCUOLA "CORVAGLIA" con sede in Minervino di Lecce, é gestita dalla titolare e dallo scrivente marito CORVAGLIA Vincenzo con la mansione di Insegnante. Stiampo valutando l'opportunità di inserire nell'organico di detta Autoscuola la nostra figliola CORVAGLIA Maria che poossiede il patentino di Insegnante. Qaul'é la forma migliore di asunzione? CORVAGLIA Maria attualmente espleta la professione di Avvocato; sussiste incompatibilità con l'insegnamento? E' preferible la costituzione di Società? o Impresa famigliare? Grazie per la risposta e distinti saluti. Vincenzo Corvaglia

22/03/2011 inviato da RESTI ALESSANDRO

Dott.ssa buonasera, sono il socio, il legale rappresentante e l’amministratore di una snc, ho il 48% delle quote, un secondo socio l’altro 48% e un terzo il restante 4%. Gli altri due soci escono dalla società e io acquisterei le loro quote meno il 5% che cederei ad un altro nuovo socio. La società è stata autorizzata circa 40 anni fa quindi con vecchia autorizzazione. Facendo questo passaggio ci sono problemi per la vecchia autorizzazione? Ovviamente non vorrei perdere i vantaggi che mi offre. L’intestazione della società e la partita iva rimarrano gli stessi, ci sono problemi? In attesa di risposta le porgo Distinti Saluti Alessandro

21/03/2011 inviato da FEOLA LUIGI

Dottoressa buongiorno volevo chiederle se e' possibile assumere con contratto cocopro un istruttore di scuola guida che ha una sua partita iva come artigiano. Se non si puo quale altra forma mi consiglia?grazie

Cerca le Scuole Guida

Scuole Guida

Cerca le Scuole Guida
Cerca gli Studi Consulenza Automobilistica

Studi Consulenza Automobilistica

Cerca gli Studi Consulenza Automobilistica
Scopri le Scuole Nautiche

Scuole Nautiche

Cerca le Scuole Nautiche