Supporto consulente: Studio commercialista

Dott. Romolo Conti

Studio commercialista

Gentile Associata, l'avvento del pagamento telematico dei c/c postali con codice univoco e non più utilizzabili una volta pagati rende di fatto superflua la conservazione di tali documenti probatori dell'esclusione di tali somme dall'applicazione di qualsiasi tributo (es. esclusione IVA ex art. 15 DPR 633/72), essendo le stesse mere anticipazioni di costi sostenuti in nome e per conto del cliente al quale verranno addebitati per pari importo. Cordiali saluti. Dott. Romolo Conti Commercialista – Revisore Legale dei Conti Studio : Via Fratelli Cervi 55 – 00128 Roma Tel.+39 329-6650-655 – Tel-Fax: 06 89 52 62 73 - 06 50 81 392 E-mail : romolo.conti@gmail.com - website : www.legaltaxstudio.com Albo dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili - n. AA_001813 Iscritto al Registro dei Revisori Contabili al n. 15.729

Inviati a: Studio commercialista- 32 quesiti

03/03/2016 inviato da DAL GRANDE ELISA

Buongiorno, Le pongo un quesito in merito al GIORNALE DEGLI AFFARI obbligatorio per le agenzie d'affari. Come agenzia di pratiche automobilistiche siamo tenuti a registrare gli incarichi nel registro degli incarichi; per quanto riguarda la parte amministrativa (passaporti, certificati del tribunale, etc), dove vanno registrati questi incarichi? Nel giornale degli affari? Nel giornale degli affari vanno registrati solo gli incarichi amministrativi o anche tutti gli incarichi inerenti alle formalità automobilistiche ( passaggi proprietà, immatricolazioni...) Grazie

23/07/2015 inviato da BRACCHETTI ANTONIO

SALVE, AVREI BISOGNO DI UN CHIARIMENTO RISPETTO ALLA NECESSITA' DI CONSERVARE L'ORIGINALE DEI CONTI CORRENTI "BRUCIATI" PER LE CONVALIDE PATENTI. UNA VOLTA PORTATA A TERMINE LA PRATICA DI RINNOVO PATENTE ATTESTAZIONE E RICEVUTA DEI C/C VANNO CONSERVATE E SE SI CHI DEVE CONSERVARLE? LA RINGRAZIO

17/07/2015 inviato da PISCIONERI LUCA GIUSEPPE

Buonasera, se possibile volevamo avere conferma che il corso di aggiornamento periodico del CQC sia esente iva nella parte didatti e soggetta ad iva solo per l'importo del duplicato del documento. Grazie Elisabetta

22/04/2015 inviato da BOASSO ALBERTO

Gentilissimo Dottor Conti con la presente si vuole sottoporre alla sua attenzione il seguente quesito: Considerato che: - il D.M. 317 del 17 dicembre 1995 coordinato con il D.M. n. 30 del 10 gennaio 2014 prevede all’ art.8 c.5 che ”L'autoscuola o il centro di istruzione automobilistica possono utilizzare a tempo parziale insegnanti ed istruttori regolarmente abilitati nonché lavoratori autonomi anch'essi regolarmente abilitati. Al personale docente di più autoscuole, appartenenti ad un titolare o ad una società, è consentita la mobilità presso le diverse sedi” - l'articolo 10, n. 20) del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633 prevede l'esenzione dall'IVA per le "prestazioni educative dell'infanzia e della gioventu' e quelle didattiche di ogni genere, anche per la formazione, l'aggiornamento, la riqualificazione e riconversione professionale, rese da istituti e scuole riconosciuti da pubbliche amministrazioni (...) comprese le prestazioni relative all'alloggio, al vitto e alla fornitura di libri e materiali didattici - un istruttore di scuola guida ancorchè lavoratore autonomo in organico ad una autoscuola è un soggetto abilitato e autorizzato da una pubblica amministrazione ovvero dall’ ente provincia tutto ciò considerato si chiede se l’ attività svolta dall’ istruttore di guida come lavoratore autonomo sia riconducibile nell’ ambito applicativo del regime dell’ esenzione dell’ iva previsto dall’ art. 10, n 20 del DPR del 23 ottobre 1972 n. 633 e se le relative fatture delle prestazioni didattiche possano essere emesse in regime di esenzione. Nel ringraziarla per l’ attenzione che vorrà dedicare si inviano i migliori saluti. F.TO ALBERTO BOASSO

27/10/2014 inviato da MAIA FRANCESCA

Il nostro veicolo aziendale (intestatato allo studio di consulenza automobilistico soc. s.a.s) ha subito danni risarcibili dalla copertura RCA. La compagnia liquidatrice, dietro presentazione della fattura, ha liquidato il danno e ha trattenuto l'importo IVA: Il nostro consulente ci dice che la nostra società non può scaricare l'IVA e quindi la compagnia deve liquidarla. E' giusta la tesi del n/s consulente o della compagnia liquidatrice? Se Non possiamo scaricare l'IVA, come dimostrarlo per chiedere la liquidazione della differenza? Grazie per l'attenzione, cordiali saluti.

25/10/2014 inviato da STORANI LORENZO

Mi è stato detto che il Registro Giornale delle pratiche auto non è più necessario che sia vidimato! E' vero ?

15/10/2014 inviato da CERETTA VANNA

Salve, volevo capire se abbiamo l'obbligo di registrare le pratiche di rinnovo patente che facciamo on line sul registro degli incarichi (quello vidimato dalla camera di commercio)perche' a domanda specifica alla provincia di Verona ci rispondono in maniera negativa spiegandoci che noi non rilasciamo un permesso di guida. La ringrazio molto per la cortese risposta e cordialmente la saluto. Autoscuola milani cita verona se potese darci ache un riferimento di circolare o legge da allegare eventualmente al registro, Le saremmo molto grati.

13/09/2014 inviato da CASTELLANO ANTONINO

In riferimento alle fatture rilasciate da Consorzio poste motori, le stesse si possono registrare così come sono o si deve richiedere una fattura che specifica il servizio e che abbia anche il valore dell'iva pagata ? Le stesse fatture si devono registrare come acquisti normali e gli importi a sua volta si devono inserire nei corrispettivi relativi alla singola pratica. grazie

13/09/2014 inviato da VALERI FEDERICO

Buongiorno dott.Conti:Se le autovetture di un'autoscuola avente come ragione sociale una SNC sono immatricolate ad uso privato ed autoscuola,come vanno gestite le spese di manutenzione gli ammortamenti e le schede carburante e relativi Km dato che i mezzi sono utilizzati anche ad uso privato?Anche alla luce delle nuove voci che sono presenti nei nuovi studi di settore di luglio.Grazie e cordiali saluti.

03/09/2014 inviato da INDIVERI LEONARDO

Egr.Dott., con riferimento al Decreto del 8 agosto 2014 del Ministero Economia e Finanze, che recita: "In vigore dal 30 agosto 2014 - con effetto dal 30 agosto 2014 IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE Visto il decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, e successive modificazioni, concernente l'istituzione e la disciplina dell'imposta sul valore aggiunto; Visto l'articolo 22, primo comma, del menzionato decreto n. 633 del 1972, in virtu' del quale, per determinate operazioni ivi elencate, l'emissione della fattura non e' obbligatoria se non e' richiesta dal cliente non oltre il momento dell'effettuazione dell'operazione, nonche' il successivo secondo comma, secondo cui la richiamata disposizione puo' essere estesa, con decreto del Ministro delle finanze, ad altre categorie di contribuenti che prestino servizio al pubblico con carattere di uniformita', frequenza ed importo limitato, tali da rendere particolarmente onerosa l'osservanza dell'obbligo di fatturazione e degli adempimenti connessi; Ritenuta l'opportunita' di avvalersi della facolta' conferitagli dal suddetto articolo per quanto concerne talune prestazioni di servizi rese nei confronti degli utenti dai relativi soggetti concessionari del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti; Decreta: Articolo 1 - Art. 1 Esonero dall'obbligo di emissione della fattura In vigore dal 30 agosto 2014 - con effetto dal 30 agosto 2014 1. Per le seguenti tipologie di operazioni l'emissione della fattura non e' obbligatoria, se non e' richiesta dal cliente non oltre il momento di effettuazione dell'operazione: a) servizi di stampa e recapito dei duplicati di patente resi nei confronti degli utenti dal concessionario in esecuzione del contratto di concessione stipulato con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti; b) servizi di gestione e di rendicontazione del pagamento dei corrispettivi dovuti dall'utenza per le pratiche di competenza del Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione ed i Sistemi Informativi e Statistici resi nei confronti degli utenti dal concessionario in esecuzione del contratto di concessione stipulato con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Articolo 2 - Art. 2 Efficacia In vigore dal 30 agosto 2014 - con effetto dal 30 agosto 2014 1. Il presente decreto si applica a partire dal giorno della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana", vorrei sapere se tale Decreto si applica alla fattura per il rinnovo della patente di guida, nella quale possiamo non inserire gli importi dei versamenti e dei costi dell'operazione. In attesa di un cortese cenno di risposta alla presente, Le porgo cordiali saluti.

Cerca le Scuole Guida

Scuole Guida

Cerca le Scuole Guida
Cerca gli Studi Consulenza Automobilistica

Studi Consulenza Automobilistica

Cerca gli Studi Consulenza Automobilistica
Scopri le Scuole Nautiche

Scuole Nautiche

Cerca le Scuole Nautiche