18/12/2016È di Noli l’agenzia coinvolta nell’inchiesta

  
Pubblicato il 18/12/2016
 
 

Emergono nuovi particolari dall’inchiesta sulle presunte patenti nautiche «facili» per la quale sono indagati un dipendente della Capitaneria di porto di Savona, peraltro già trasferito, e il titolare di una scuola nautica. La scuola in questione, si è appreso ieri, è la «Spotornoli». Il titolare ha preferito non rispondere alle domande del pm Ubaldo Pelosi. L’inchiesta ha preso spunto da un esposto della Guardia costiera alla procura della Repubblica. Ma da tempo Confarca, la confederazione delle autoscuole, segnala un sospetto boom di candidati provenienti da fuori città, se non addirittura da fuori regione, in violazione delle norme. Il sindacato chiede, dunque, scrupolosi accertamenti sul rilascio delle patenti, sostenendo che tali indagini potrebbero portare a centinaia di revoche. Accuse, naturalmente, da prendere ancora con le pinze, come l’affermazione che in provincia di Savona sia nato negli anni un «patentificio». Intanto, ieri, la scuola nautica Ziggurmare di Savona ha precisato di non essere minimamente coinvolta nell’inchiesta. [r.s.] 

Cerca le Scuole Guida

Scuole Guida

Cerca le Scuole Guida
Cerca gli Studi Consulenza Automobilistica

Studi Consulenza Automobilistica

Cerca gli Studi Consulenza Automobilistica
Scopri le Scuole Nautiche

Scuole Nautiche

Cerca le Scuole Nautiche